Quelle fastidiose zecche sono portatrici di un bel po di grane per l’essere umano.

Oltre ai soliti problemi riscontrati, si é potuto identificare pure trovare la malattia di Lyme.

Vediamo di capirci qualcosa di più !

La malattia di Lyme è stata identificata nel 1976 in occasione di un’epidemia scoppiata nella città di Lyme, nel Connecticut, ed è oggi la malattia da zecche più segnalata negli Stati Uniti. È stata segnalata in 49 stati americani, ma > 90% dei casi si verifica dal Maine alla Virginia e nel Wisconsin, Minnesota e Michigan.

Sulla costa occidentale, la maggior parte dei casi si verifica nel nord della California e Oregon. La malattia di Lyme è presente anche in Europa, nei paesi dell’ex URSS, in Cina e in Giappone. L’esordio avviene solitamente in estate e all’inizio dell’autunno. La maggior parte dei pazienti è costituita da bambini e giovani adulti che vivono in zone boscose.

DIFFUSIONE A LIVELLO MONDIALE E TIPOLOGIA DI ZECCHE

Ixodes scapularis (zecca del cervo) nel nord-est e nel nord degli Stati Uniti centrali

I. pacificus negli Stati Uniti occidentali

I. ricinus in Europa

I. persulcatus in Asia

Da sottolineare che con il flusso migratorio dei popoli con scarsa igiene personale le zecche trovano nel corso degli ultimi 10 anni un raggio di azione e diffusione molto maggiore.

Negli Stati Uniti, il roditore dalle zampe bianche (Peromyscus leucopus) è il serbatoio animale principale per Borrelia burgdorferi ed è l’ospite preferito dallo stato ninfale e dalle forme larvali della zecca del cervo. I cervi fungono da ospiti per la zecca adulta ma non sono portatori della Borrelia. Altri mammiferi (p. es., cani) possono essere ospiti accidentali e possono sviluppare la malattia di Lyme. In Europa, le pecore sono ospiti di zecche adulte.

COME SI SVILUPPA LA MALATTIA

B. burgdorferi penetra attraverso la cute nel punto del morso di zecca. Dopo 3-32 die il batterio migra localmente nella cute intorno all’area della puntura, si diffonde per via linfatica e produce adenopatia regionale, oppure si dissemina per via ematica agli organi o ad altre sedi cutanee. Inizialmente, una reazione infiammatoria (eritema migrante) si verifica prima dell’attivazione di una significativa risposta Ac all’infezione (conversione sierologica).

I SINTOMI E LE MANIFESTAZIONI

La malattia di Lyme ha 3 fasi:

Precoce localizzata

Precoce disseminata

Tardiva

Gli stadi precoce e tardivo sono solitamente separati da un intervallo asintomatico.

Tags:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *