a cura del dott. Toselli David (osteopata, iridologo, fisioterapista, chinesiologo, terapista diastasi addominale)

Purtroppo i fatti che si evolvono giorno per giorno sul coronavirus impongono molte gestioni sportive a riaprire e a perdere il meno possibile del fatturato.

Oggi vi voglio mettere in chiaro come si fa a definire il problema virale in via di risoluzione.

E’ brutto lasciare le persone a casa, specialmente chi ha solo quello nella vita.

E’ decisamente difficile per una società sportiva chiudere i battenti per una settimana per una ordinanza.

Eppure il ministro Zaia ha ordinato in primis questa chiusura forzata, con successive eccezioni.

Le eccezioni riguardano i luoghi di incontro occasionale o dove non ci siano contemporaneamente più di tante persone.

IL PARADOSSO DELL’IGNORANZA

Come un classico che si ripete all’infinito (mi sembra di rivedere per l’ennesima volta sotto Natale il film “Una poltrona per due”), così va la legge italiana e i relativi decreti attuativi.

Si chiamano decreti attuativi perché dopo che li hai detti devono essere attuati … senza attenuanti o variazioni di sistema.

Eppure qui le variazioni sono uscite in meno di 48 ore.

Tutte le palestre e le piscine e i centri delle associazioni hanno festeggiato come durante il giorno di indipendenza americana.

Fatto sta che non si é creato un recinto contenitivo dell’eventuale espansione virale, ma si sta dando benzina al fuoco.

Come in ogni situazione critica del sistema l’ignoranza dilaga. E di nuovo c’é da chiedersi chi ne sta guadagnando alle nostre spalle.

IL COLOSSO AMUCHINA

Scomponiamo il nome Amuchina : A -MU-CHINA, che ovviamente facendo le traduzioni simboliche potrebbe essere così interpretata:

A = inizio, ovvero la prima lettera dell’alfabeto, l’inizio di un processo linguale mondiale, la lettera che trovi in tutte le lingue del mondo

MU = lettera greca, significa il numero 40 in greco antico, faceva riferimento ad un continente scomparso 12.000 anni fa, dove si diceva ci fosse il giardino dell’Eden. 40 giorni di reclusione in casa per quarantena vi dicono nulla?

CHINA = non serve aggiungere altro … il nome parla da solo dello stato/continente dove é sfociato il caso (rileggetevi l’articolo di ieri). https://www.osteomagazine.it/2020/02/25/corona-o-cojonavirus/

Il problema di fondo che forse viene sottovalutato é che AMUCHINA viene considerata improvvisamente come la soluzione al problema igienico. Ma se lo vediamo dal lato economico mondiale, la stessa azienda ottiene delle crescite esponenziali del 900% (dati ISTAT).

LEONESSE PECORELLE

Con questa forma di protesta non intendo discostarmi dal pensiero che tutto si sia creato per togliere l’attenzione vera al problema.

Salvaguardia della propria salute, colpo basso al mercato orientale, oppure un tricheballache?

Ci stiamo comportando per salvaguardare le nostre finanze, creando un giro di vite e di malattie probabili che non abbiamo neanche la minima idea della quantità.

Non possiamo essere delle forti leonesse con il cuore delle pecorelle smarrite. Cerchiamo di essere realmente qualcuno.

Non facciamoci fregare dai telegiornali, dalle dicerie degli esperti e dei tuttologi. Facciamoci qualche ricerca approfondita di come sono andate le cose realmente nel mondo, e traiamo le nostre conclusioni.

Codice QR Osteomagazine 2020

Per esempio guardatevi i tassi di mortalità delle peggiori malattie dal 1967 ad oggi:

Usiamo il cervello primario, non quello secondario o di qualcun altro.

Tags:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *