a cura di Marco Grillenzoni … (oggi mi sento chinesiologo)

Fra gli esercizi principali del powerlift c’è lo squat.

C’è chi sostiene che lo squat, oltre a essere un esercizio, è soprattutto un movimento della vita quotidiana. Di fatto, le versioni modificate di questa attività nelle palestre sono ormai molteplici: corpo libero, monopodalico, in accosciata, ecc…

Nella sua forma finale e pura, il full squat col bilanciere è un esercizio molto tecnico che prevede alcuni parametri da controllare per la sicurezza dell’esecuzione.

Lasciando perdere la diatriba se le ginocchia possono o non devono superare la linea della punta del piede, di sicuro:

  • I piedi devono essere leggermente extraruotati, le ginocchia nel movimento di discesa devono seguire la linea del piede.
  • La schiena deve avere possibilità, di estensione, soprattutto per monitorare la discesa finale dell’esercizio. Attenzione: estensione non vuol dire iperestensione. Da tenere monitorata anche l’estensione della cervicale, che deve essere in sinergia funzionale con la schiena.
  • Serve una conoscenza propriocettiva del bacino, per evitare bruschi movimento di antiversione / retroversione che nel tempo possono nuocere a livello lombare
  • Mobilità sufficiente di anche, ginocchia e caviglie
  • Il carico deve essere al centro del piede o quantomeno, non nell’arcata plantare interna
  • Nella fase propedeutica, occorre un movimento controllato, preciso e pulito, allenando e alternando fasi di dinamica con posizioni statiche
  • La respirazione non è accessoria ma contestualizzata all’esercizio

È un esercizio sia per uomini che per donne, che focalizza la sua attenzione sullo sviluppo della muscolatura degli arti inferiori e della parte glutea.

Nei circuiti ad alta intensità, se il movimento a corpo libero non presenta questi parametri è controindicato sia a livello muscolare che a livello preventivo, in quanto le articolazioni ne risentono non positivamente nel tempo.

TIPOLOGIE DI SQUAT

Per gli appassionati vi dedichiamo una serie di tipologie di squat :

Categories:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *