recettori-vestibolari-960x480-2021

SPIEGAZIONE DELLE VERTIGINI

a cura del dott. D’Oria Gabriele

avatar gabriele 2021

Il sistema vestibolare è un apparato sensoriale che rileva informazioni relative alla posizione ed al movimento della testa e del corpo nello spazio.

Una volta rilevate le informazioni dai recettori periferici vestibolari (come nella figura), l’impulso viene inviato al sistema nervoso centrale (black box), elaborato e trasmesso alla periferia come risposta per il mantenimento della postura, della stazione eretta e per la coordinazione del movimento degli occhi e della testa.

Da questa delicata ed importante relazione vestibolo-SNC si evince che, una disfunzione dell’apparato vestibolare può indurre alterazioni dell’equilibrio, del senso dell’orientamento nello spazio e del controllo della motilità oculare.

Queste alterazioni possono provocare una serie di intense e fastidiose sensazioni, quali nausea e/o vertigini. La vertigine è una sensazione illusoria di movimento, spesso in rotazione. In base all’anamnesi del paziente, la vertigine può esser oggettiva oppure soggettiva.

La vertigine oggettiva viene avvertita come una sensazione di rotazione della stanza o dell’ambiente circostante e può essere associata a patologie del sistema nervoso centrale di carattere oncologico, vascolare, infiammatorio. La vertigine può presentare un nistagmo spontaneo che è un movimento ritmico degli occhi. Le malattie vestibolari possono provocare un nistagmo a causa dell’interconnessione tra il sistema vestibolare e i nuclei oculomotori.

 15 total views,  1 views today