Oggi si vuole togliere qualche dubbio, dimostrando che a volte la scienza nei suoi molteplici aspetti può creare tantissime curiosità.

  1. Beethoven aveva escogitato un sistema semplice per creare le sue sinfonie anche in piena sordità. Mentre componeva appoggiava alle corde del pianoforte una bacchetta di ferro sottile che manteneva appoggiato all’orecchio, in modo da amplificare le vibrazioni e poter sentire le melodie.
  2. Paul Sturgess e Muggsy Boses sono entrambi giocatori che hanno militato nell’ NBA, solo che li differenziavano i centimetri di altezza. Il primo é stato il giocatore più alto della storia, 235 cm, il secondo invece era quello più basso, solo 160 cm. Tra i due giocatori la differenza era di 75 cm.
  3. la paralisi di Bell é una paralisi facciale che prende il 7° nervo cranico e riduce la forza di contrazione dei muscoli del volto del 50%. La causa é virale, e nella maggior parte il lato colpito é caratteristico per una palpebra oculare che non si chiude. George Clooney da bambino é stato colpito da questa paralisi.
  4. l’adattamento del corpo di un astronauta avviene con allenamenti di 6 ore in piscina; quindi si può dedurre che gli atleti del nuoto di fondo siano coloro che possono adattarsi maggiormente alle condizioni antì gravitarie della vita spaziale.
  5. quando nasciamo ereditiamo solo due paure…quella del cadere e quella dei rumori forti, tutte in relazione con il sistema vestibolare e quello uditivo (il sistema limbico infatti utilizza il sistema vestibolo cocleare per proteggersi); quindi tutto il resto delle paure deriva da credenze popolari ereditate.
  6. solo 10 persone al mondo hanno l’iride di colore viola puro. Questa eterocromia delle iridi difficilmente si ottiene per ereditarietà…quindi l’unica soluzione é quella di aver ereditato una particolare tipo di intossicazione chimica.
  7. il cioccolato contiene la feniletilamina, la stessa sostanza che nell’uomo causa benessere, amore e attrazione sessuale in entrambi i versi (uomo verso la donna e viceversa).

Tags:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *