RECUPERO…NON SOLO FERMANDOSI

Recuperare da un allenamento non deve per forza essere inteso come  fermarsi improvvisamente e camminare. Ecco tre metodi che ti permetteranno di far durare il divertimento e migliorare le prestazioni.

Migliorare senza aggiungere una sola sessione di allenamento…impossibile? Non proprio! Vediamo come andando a modificare la modalità di recupero a fine allenamento si possano avere benefici. Cercare di velocizzare il recupero( diminuire la frequenza cardiaca), magari fermandosi  non è il massimo mentre recuperare in modalità “attivo” può apportare miglioramenti a livello fisiologico.  

1)Dopo variazioni lunghe

Al termine di una seduta di allenamento di variazioni sui 1000_2000_3000 sarebbe bene finire con una seduta di preparazione fisica generale, meglio se attraverso la costruzione di un circuito dove inserire balzi, squat, affondi laterali e frontali, plank diversi con circa 15_20 ripetizioni per esercizio con pausa dai 30” ai 45” per un totale di 8’_10’. Tale azione, ossia lavorare sui muscoli già affaticati , senza tuttavia esagerare , sarà utile quando nei finali di gara dovremo trovare le energie residue per sprintare.   

2)Dopo variazioni brevi

Questa volta invece al termine di sedute che non superano i 400 metri il recupero consigliato potrebbe consistere nel  fare 2_3 km con il primo km a passo del personale nella mezza ed alternarlo con un km lento. Tale sistema va a lavorare su muscoli che hanno già  prodotto una buona dose  di acido lattico e cosi facendo, tale  recupero “insegnerà” al corpo a risintetizzare il glucosio, il carburante per lo sforzo, da questo stesso acido.

3)Dopo una seduta con il personale raggiunto

Dopo una 10 km, una mezza, una maratona corsa a ritmo obiettivo sarebbe bene correre per almeno 30’, senza  preoccuparsi della velocità mentre dovremmo porre attenzione alla postura e alla qualità dell’appoggio  . Correre lentamente con scorte di glicogeno basse allenerà il corpo ad attingere alle riserve di grasso in modo efficiente.

Giovanni Schiavo

 31 total views,  1 views today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *