a cura di Marco Grillenzoni… (oggi mi sento chinesiologo)

Da non confondere col bodybuilder, nelle palestre di tutto il mondo è possibile trovare anche powerlifter. Questi sono gli Atleti della sala pesi. Difficile incontrarli nelle palestre comuni, più frequenti in palestre specializzate, in quanto la loro preparazione tecnica e atletica è molto particolare.

L’obiettivo del loro training non è costruire e scolpire il corpo per mostrarlo in competizioni di posing. Al contrario, la loro attività quotidiana si incentra sullo sviluppo della forza muscolare, utile per vincere una resistenza, data da un bilanciere con annessi i suoi dischi di ferro e ghisa.

Non vince chi è più definito, primeggia chi meglio si destreggia nei tre esercizi principi della palestra: squat, distensioni su panca piana, stacchi da terra.

Esteticamente il powerlifter è estremamente diverso dal bodybuilder. Meno armonioso nel complesso, meno “geometrico” e “scultoreo” nelle forme. Atleticamente, però, estremamente più efficiente e più prestante.

Anche in questa attività, le competizioni sono suddivise per sesso, età, peso corporeo.

La disciplina non è da confondere col “sollevamento pesi” canonico, la vera competizione olimpica. Ci sono infatti alcune piccole ma sostanziali differenze. anche le tipologie di atleti sono leggermente differenti. È possibile, al contempo, però, che un atleta di sollevamento pesi sia anche un powerlifter.

Gli stessi esercizi al quale sono sottoposti hanno variabili che li caratterizzano. Si parla comunque di atleti, di sport, di attività motoria. Di vere “forze della natura”!

Categories:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *