a cura del dott. Toselli David (oggi solo iridologo)

Quante volte vi siete sentiti gli occhi arrossati in questi giorni di caldo e sole? Credete che sia tutto derivato da questi due elementi o può influire il sale? Scopritelo con me.

Il mix perfetto per avere occhi da paura (ma arrossati da paura nella sclera), é di averli secchi e a contatto con l’acqua del mare. Potete tranquillamente pensarla come una bomba ad orologeria, ovvero prima si scatena un prurito dato dall’occhio secco, poi il sale marino di per se irrita sia iride che sclera costringendo di volume l’iride e aumentando i capillari della sclera.

PERCHE’ AVVIENE TUTTO QUESTO MECCANISMO ?

Più che una reazione dobbiamo pensarla come una difesa vera e propria. L’occhio deve essere sempre in perfetto equilibrio, e il semplice essere a contatto con l’acqua del mare fa sbilanciare il Ph corporeo e l’elettrolisi dei reni.

Il corpo ci fa osservare questi processi interni :

. siamo rimasti troppo al sole e alla brezza marina e il corpo si é asciugato, quindi tale secchezza colpisce anche gli occhi.

. per rinfrescarci ci facciamo qualche tuffo in mare, e senza la maschera da sub o gli occhialini protettivi, andiamo a contatto diretto con l’acqua salmastra.

. appena usciamo dall’acqua siamo quasi costretti ad asciugarci e strofinarci con l’asciugamano, quindi portiamo polvere e granelli di sodio direttamente alla faccia e agli occhi….risultato quindi peggiorato.

CONSIGLI PRATICI

1° evitate di stare troppo sotto al sole, fatte piccole pause di 10′ sotto all’ombra.

2° utilizzate maschera o occhialini se percepite che l’acqua del mare é molto salata.

3° la doccia prima di entrare in acqua e appena usciti dal mare vi assicura una idratazione perfetta e una pulizia del viso abbastanza utile.

Categories:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *