a cura del dott. Toselli David  (oggi solo ricercatore)

Quella fastidiosissima sensazione di avere qualcosa sotto la cute si può dimostrare come nodulo o lipoma. Vediamo di spiegare quello di Copeman.

Il nodulo di Copeman è una lesione benigna che consiste nell’erniazione di tessuto adiposo sottocutaneo attraverso la fascia superficiale.
lipoma di Copeman osteomagazine 2020
Il lipoma o il grappolo di lipomi (2-4) causano dolore cronico alla bassa schiena, dolore al nervo sciatico (fino a non poter stare più seduti o stesi), al gomito o dietro il ginocchio (fossa poplitea).
Altri sintomi sono dolore al polpaccio in genere laterale, impossibilità di toccarsi l’alluce con la mano a gamba tesa 90°, dolore al gluteo, crampi.
Molte sono le persone affette da questa banale patologia che si confonde con l’ernia del disco o un problema angiologico. Molti casi di mal di schiena sono il risultato di processi meccanici nei muscoli, articolazioni, dischi e fascia nella regione lombo-sacrale.
Tale è il caso di una sindrome causata da un nodulo sottocutaneo, fibre e grasso trovato nella regione sacroiliaca in quasi il 15% delle persone che si lamentano di mal di schiena.
La palpazione accurata della zona lombo-sacrale (nel caso di Copeman) può consentire al medico di identificare questi noduli. Noduli sono presenti nello strato di tessuto sottocutaneo profondo. È possibile trovare uno o più noduli vicini gli uni agli altri.

COSA APPARE NELLE ECOGRAFIE?

All’indagine ecografica appare come una lesione ipoecogena del sottocute, ben circoscritta in corrispondenza della parte superiore della cresta iliaca destra o sinistra e/o ambedue che non presenta vascolarizzazione.
In pratica è una pallina dura di grasso bianco che sta sotto la fascia muscolare a circa 2-3 cm e sopra o vicino all’osso iliaco dove si appoggia il nervo sciatico.
Chirurgicamente si può togliere con una banale operazione in day hospital da un chirurgo in anestesia locale con circa 3 punti di sutura, immediatamente scompare il dolore cronico.

chirurgia lipoma Copeman osteomagazine 2020

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *