Molti la considerano come un bluff, qualcosa che non può funzionare; la digito pressione é una tecnica alternativa che fa uso della stimolazione di zone e punti del corpo, al fine di muovere i punti di condensazione delle tensioni e di ripristinare il benessere.

Secondo le filosofie orientali, stimolando questi punti, si possono correggere gli squilibri nel flusso di energia vitale (QI), attraverso i canali conosciuti come meridiani.

Le tensioni muscolari che creiamo con movimenti anomali bloccano le principali circolazioni del sangue e del resto dei fluidi (flusso ormonale, linfa, circolazione dei linfociti, ecc.); a questo ne conseguono dolori locali o di riferimento che alterano anche il nostro stato d’animo.

Da secoli l’esperienza orientale usa punti riflessi sul corpo per liberare queste ostruzioni e prevenire i disagi. Un operatore olistico o un osteopata può aiutare l’individuo a risolvere le tensioni, lavorando sia direttamente sulle tensioni del tessuto, sia insegnandoti semplici manovre per “sbloccare” la tensione del sistema.

COSA SI DIFFERENZIA L’AGOPUNTURA CON LA DIGITOPRESSIONE ?

A grandi linee le differenze sono minimali, l’agopuntura punta l’utilizzo di piccoli aghi che non sono neanche sentiti a livello doloroso dal paziente. La digito pressione invece utilizza la sola forza di pressione delle mani dell’operatore.

Un buon trattamento di digito pressione dovrebbe considerare non solo la persona e i suoi sintomi, ma anche la consistenza del tessuto da trattare. Infatti, uno dei parametri che ovviamente si vuole utilizzare più spesso, é la forza di pressione del dito sul tessuto. Quasi nella maggior parte dei casi il tessuto presenta delle difficoltà ad esser drenato, e sarà gonfio e/o duro. A tale reazione la forza di pressione sarà proporzionale con la resistenza trovata.

ORA STA A VOI ESSERE CURIOSI DI QUESTA TECNICA. PROVATELA !!!

Tags:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *