Si denomina anche come cisterna del chilo, ma per convenzione il nome più gettonato é appunto quello di Pequet. Altro non é che un punto di raccolta della linfa proveniente dagli arti inferiori e dalla parte inferiore del tronco. 

Nella maggior parte dei casi é localizzata a destra dell’aorta addominale a livello della prima o seconda vertebra lombare. Da questa struttura origina il dotto toracico (dotto = condotto = struttura di passaggio di liquidi) che attraversando il diaframma arriva alla cavità toracica.

Il dotto toracico é praticamente l’elemento di coniugazione tra il sistema linfatico e il sistema circolatorio; infatti grazie a questo “condotto” la linfa riesce a riversarsi nel sangue venoso. Raccoglie tutta la linfa del corpo (ad esclusione di quella del braccio destro che si riversa direttamente nel sistema cuore/polmoni attraverso la vena cava superiore) e appunto, grazie al sangue venoso, vengono smaltite le tossine del corpo. Il dotto toracico é la fusione del tronco lombare destro, del tronco lombare sinistro e del tronco intestinale. Il plesso di coniugazione viene quindi chiamato CISTERNA DI PEQUET. Il corpo centrale é lungo circa 4,5 cm, però con le sue proiezioni che arrivano fino al collo, può raggiungere i 38-45 cm di lunghezza.

E’ la struttura meno considerata importante dalla cultura popolare, invece la sua importanza é particolare; grazie alla cisterna di Pequet si elaborano tra 2 e 4 litri di linfa giornaliera. Se per qualche motivo si dovesse bloccare o danneggiare, a livello patologico si riscontra un chilotorace patologico, ovvero un torace che si gonfia e non riesce ad eliminare le tossine.

I primi segni di questa patologia sono l’ingrossamento del linfonodo di Virchow, posto sopra della clavicola sinistra, che riversa il contenuto sulla vena succlavia. 

Ricordiamoci infine che abbiamo oltre 500 linfonodi in tutto il corpo, che la cisterna di Pequet non risolve tutte le problematiche del sistema addominale di scarico, e che il nostro corpo usa forse eccessivamente il sistema linfatico pur di eliminare le tossine. Considerazione mia personale : meno vita errata compiamo, meno tossine introduciamo, meno esagerazioni compiamo e meno attiveremo questi sistemi di difesa.

Tags:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *