I RUOLI NEL CALCIO

centrocampista-960x480-2021

a cura del Dott. Grillenzoni Marco

avatar marco 2021

Come in tutti gli sport di squadra, da una partita di calcio per arrivare a una performance sportiva gli allenatori chiedono ad ogni singolo di rispettare il proprio ruolo.

Potremo suddividere i ruoli in quattro categorie: portiere, difensori, centrocampisti, attaccanti. Ognuno di esse può avere determinate caratteristiche, che si sono notevolmente evolute nel tempo.

Il portiere è l’unico giocatore che all’interno dell’area di rigore può usare le mani. Nel tempo, il portiere è diventato un vero e proprio “regista” della difesa, che comanda i difensori e si è specializzato anche nell’utilizzo dei piedi.

I difensori possono essere suddivisi in terzini e centrali. I terzini possono essere adibiti alla spinta, quindi a creare superiorità numerica a centrocampo, o alla marcatura del fluidificante avversario per fermare le avanzate ed i possibili cross in area. I centrali, invece, sono preposti alla marcatura degli attaccanti. Tendenzialmente ce n’é sempre uno che ha il compito di usare la voce per organizzare tutte le scalate, chiamare i raddoppi di marcatura, gli anticipi, ecc…

Il ruolo del centrocampista è il più difficile da interpretare. Sono chiamati sia a saper difendere che ad attaccare, a costruire l’azione di gioco, a prendersi delle responsabilità, a marcare, a far partire la manovra, a inserirsi in attacco. Ogni allenatore sceglie l’organizzazione migliore di gioco possibile, ma di fatto avere centrocampisti qualitativamente validi permette alle squadre di avere maggiori possibilità di vittoria. Se si vanno ad analizzare i dati, la zona nevralgica del campo, dove il gioco si sviluppa maggiormente, è appunto il centrocampo. Avere giocatori che vincono i duelli può essere un’arma importante a disposizione dei coach.

Infine, gli attaccanti. Anche in questo ruolo possiamo avere i finalizzatori, gli specialisti della manovra, i fantasisti, gli esterni offensivi, i bomber. La curiosità di questo ruolo è che potenzialmente i giocatori toccano meno il pallone rispetto ad altri ruoli, ma quando lo toccano la giocata deve essere decisiva o comunque di qualità. un attaccante forte è quello che fa goal o comunque crea la situazione per mettere la palla in rete.

Agli allenatori e il loro staff viene lasciata ampia libertà di scegliere il modulo di gioco. Scegliete voi quello migliore, di fatto ad oggi vince chi riesce a subire il meno possibile e fa un goal più dell’avversario. Che sia fatto da un difensore, un centrocampista o un attaccante poco importa. Quello che conta è il raggiungimento degli obiettivi di inizio stagione.

 25 total views,  1 views today