Il dott. Gabriele D’Oria ci illustra un particolare fondamentale per la nostra soppravvivenza, ovvero l’irrorazione sanguigna del corpo.

Sai quanto lunghi possono essere i nostri vasi sanguigni? Scopriamolo assieme.

Il toltale dei vasi sanguigni è dell’ordine di grandezza di 160.000 km, circa quattro volte la circonferenza della Terra.
“Fisiologia applicata allo sport” di Katch&Katch.

Da qui si deducono delle semplici idee :

  1. un tessuto non sarà mai privo di sangue
  2. se si ostruisce un vaso quelli a fianco possono compensare la mancanza
  3. il cuore é uno dei tessuti più ben fornito di vasi
  4. se calcoliamo i volumi di aria che immettiamo ed emettiamo capiamo anche il perché ci servono tanti vasi comunicanti
  5. più il tessuto é spugnoso e più sarà pieno di vasi.

La regola dell’arteria è assoluta. Per una buona salute ed equilibrio all’interno del corpo, ci deve essere un corretto afflusso di sangue in tutte le zone dell’organismo. Se il flusso dei liquidi viene ostacolato, i tessuti non possono essere ben nutriti e a lungo andare si svilupperà una malattia.
A.T Still (1828-1917) – Padre fondatore dell’Osteopatia.

Credo che questa breve lettura non ti sia bastata, quindi ti consiglio anche i seguenti argomenti :

https://www.osteomagazine.it/2019/08/20/paratormone-cosa-significa/

https://www.osteomagazine.it/2019/07/12/doodle-e-rene-favaloro/

 

Tags:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *