Come mai il corpo, benché sia autonomamente concepito per creare calore, necessita di calore in aggiunta?

Esistono dei tessuti che facilitano questo incremento?

Cosa spinge la persona a coprirsi di più? Scopritelo con me.

Storia vera ma assurda, il calzino vince sul resto degli indumenti.

Indossare il calzino asciutto anche durante la guerra in Vietnam significava essere vivo e pronto all’azione.

In realtà è solo una sensazione, che si avverte perché la maggior parte dello scambio termico che il corpo umano attua con l’ambiente esterno avviene nei piedi e nelle mani. Queste sono anche le parti che si raffreddano o si riscaldano con maggiore velocità, vista anche la completa assenza di peli sia sulle piante dei piedi sia sui palmi delle mani.

Indossare un paio di calzini o di guanti aiuta dunque a prevenire la dissipazione del calore in maniera più efficace. Gli animali a sangue caldo come gli uccelli e i mammiferi (tra cui l’uomo) hanno la capacità di mantenere costante la propria temperatura. Mani e piedi sono i sensori che regolano questa capacità, chiamata termoregolazione.

Se fa caldo il corpo si sbarazza del calore in eccesso tramite le estremità ed è per questo che togliendo le scarpe d’estate si prova una sensazione di sollievo. Ugualmente in condizioni opposte, e cioè con il freddo, indossando i calzini avvertiamo un immediato conforto.

NON TUTTO E’ CALORE…

Provate infatti a mettervi un calzino bucato (benché di lana) rispetto ad un calzino intero; la differenza il corpo la percepisce anche in modo segmentario. Se un lato non é del tutto coperto il lato opposto del cervello emette segnali di attivazione attraverso i corpuscoli di Krause.

Indistintamente da come ci vestiamo e da cosa indossiamo, i nostri corpuscoli sono molto utili anche per il richiamo o meno di sangue dal centro alla periferia. Per chiudere quindi il cerchio vi suggerisco questi punti :

  1. ascoltatevi sempre anche per la sensazione a livello cutaneo
  2. portatevi sempre dietro qualcosa come guanti o calzini per scaldarvi più velocemente
  3. non fatevi ingannare dalla vostra resistenza al freddo…quando é freddo é freddo!
  4. passatevi del tempo per voi stessi al caldo, e approfittate delle vacanze natalizie per curarvi piedi e mani in primis.

Tags:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *