Articolo proposto dal collega dott. D’Oria Gabriele. Evidente la deformità a livello addominale post intervento di asportazione della cistifellea, con relativo gonfiore addominale ed erniazione. Per i più sensibili sconsiglio la visione.

Colecistectomia a cielo aperto ed ernia ombelicale
Gabriele D’Oria

Per questo duplice intervento, in sala operatoria di esegue:
– Pulizia dell’addome,
– Incisione superficiale cutanea e sottocutanea fino alla porzione adiposa (foto),
– Incisione profonda del peritoneo e visione del legamento rotondo,
– Capsula di Glisson ed ingresso viscerale (fegato),
– Spostamento del fegato ed asportazione della cistifellea sul piano sottostante,
– Incisione per il drenaggio ed inserimento dello stesso per 3-4 gg (foto),
– Sutura per piani dal profondo al superficiale rispettando le strutture anatomiche.

Inizio del secondo intervento (ernia ombelicale):
– Ingresso per via ombelicale,
– Asportazione della piccola ernia dovuta ad un prolasso peritoneale dall’aponevrosi del retto addominale (foto dove si vede la sutura post colecistectomia ed asportazione dell’ernia addominale),
– Successiva sutura dell’aponevrosi.

Nel post operatorio, nella dissezione della cistifellea, si evidenza un grosso calcolo (foto).

Ringrazio per la visione degli interventi il Dott. Axel Leonidovich e il Dott. Alen Iskandaryan.

Fase di apertura principale addominale

Fase di inserimento della cannula di drenaggio

Fase di asportazione della cistifellea e suturazione

Residuo di calcolo interno alla cistifellea

Tags:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *