a cura del dott. Degli Augelli Mattia mattia degli augelli avatar(oggi solo consigliere)

Sottolineo l’importanza dell’idratazione e consiglio l’assunzione di almeno 2 litri di acqua al giorno distribuiti nell’arco della giornata. Questa é la classica frase che chiunque suggerisce. Ma perché?

Dopo una dettagliata panoramica visione d’insieme non si può contestualizzare i macronutrienti e l’acqua all’interno di un ipotetico fabbisogno calorico giornaliero.

Prendiamo in esempio un soggetto di 70 kg che deve assumere 2800 Kcal/die per aumentare la massa muscolare.

Io in questo caso consiglio di suddividere così i macronutrienti:

carboidrati 50-60 %

proteine 20-25 %

grassi 20-25%

acqua 70% del peso corporeo

Questo è un puro esempio teorico per rendervi l’idea, ma il mio consiglio resta sempre quello di affidarvi a dei professionisti del settore (personal Trainer, Nutrizionisti) per pianificare una corretta strategia alimentare perché il fai da te lascia il tempo che trova.

goal osteomagazine 2020

Se poi vi piace calcolare ecc… potete fare riferimento alla formula di Harris Benedict per trovare il vostro fabbisogno calorico giornaliero e moltiplicarlo per il LAF (livello di attività fisica) e potrete trovare la vostra normocalorica. Il valore di idratazione segue i valori riscontrati con queste formule per le calorie.

Concludo parlando del sonno in relazione con l’acqua, altro elemento essenziale per favorire un recupero adeguato, senza dimenticare appunto la parte idrica corporea.

Per chi si allena, ma può valere anche come regola generale, si consiglia di dormire 8 ore per favorire un recupero completo (durante la notte si svolge la fase anabolica con il ripristino delle scorte energetiche). Le ore di sonno perse non sono pù recuperabili e ciò alla lunga può aumentare i livelli di stress e contribuire alla sindrome del sovrallenamento. Sovrallenamento significa maggiore consumo di acqua per vie indirette. Una strategia che consiglio è magari quella di frazionare le ore di sonno e di apporti di acqua, se per motivi lavorativi non riuscite a soddisfare le 8 ore e il 70% di idratazione corporea.

Ma ricordatevi che allenamento, idratazione e sonno sono 3 elementi di uno stesso mosaico che si incastrano vicendevolmente e devono essere ben bilanciati se si vuole avere un buono stato di salute e quindi avere di conseguenza dei risultati.

Quindi usate la testa e affidatevi ad un esperto che saprà condurvi nella giusta direzione.

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *