Curiosando nel web ci sono decisamente degli argomenti e delle terminologie che veramente non vogliono farsi capire.

Immagino che per te sia la stessa storia. Sai cosa ho trovato? La LESIONE ETEROPLASTICA.

Voglio farti un pò di chiarezza. Seguimi.

La lesione eteroplastica rappresenta una formazione tumorale di un tessuto o, in genere, di un organo.

Il termine lesione eteroplastica è, in altre parole, sinonimo di tumore. Le lesioni eteroplastiche possono colpire qualsiasi tessuto/organo, ad esempio il polmone, il rene o la milza.

La classificazione maligna/benigna di una formazione eteroplastica avviene quasi sempre a seguito di valutazione citologica. In altre parole, è molto difficile stabilire con la sola analisi se la formazione è benigna o maligna.

In genere, la scoperta di una lesione eteroplastica avviene a seguito della valutazione di una ecografia o di un altro tipo di diagnostica per immagini.

DOPO LA VALUTAZIONE, COSA DEVO PENSARE ?

Ovviamente cambia la versione se la diagnosi é maligna o benigna.

Esistono però delle cose importanti da seguire :

  1. la diagnosi primaria non deve essere una ghigliottina
  2. non esiste solo una tipologia di cura, quindi guardati in giro
  3. con poco può cambiare la storia
  4. gli specialisti possono combinare le loro conoscenze, e trovare alternative di cura.

Tags:

One response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *