Articolo del dott. D’Oria Gabriele e redatto dal dott. Toselli David

L’arteria poplitea è la continuazione dell’arteria femorale e decorre nella parte posteriore del ginocchio. L’aneurisma è una dilatazione dell’arteria, che può andare incontro a rottura oppure causarne l’occlusione con ischemia dell’arto; spesso è asintomatico.


L’ecografia, la TAC, la risonanza magnetica, l’angiografia possono essere utili per accertare o escludere la presenza di aneurisma dell’arteria poplitea.
Una volta accertato, tramite visita angiologica, è opportuno un intervento chirurgico mirato.


Per i professionisti sanitari è importante l’osservazione e la palpazione fine della consistenza e del rilievo a livello locale. L’elemento principale che differenzia l’aneurisma popliteo da altre patologie (lipoma, ciste di Baker) è la pulsatilità arteriosa.

QUALE DIVENTA LA SOLUZIONE MIGLIORE DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE?

Purtroppo l’incidenza di un aneurisma popliteo é assai asintomatica, quindi si arriva alla diagnosi con un ritardo spesso gravoso. La chirurgia cerca di risolvere questo problema, ma se un soggetto é predisposto all’aterosclerosi ha ben poco da non ritrovarsi in futuro un caso simile. Gli aneurismi poplitei comunque  presentano indicazione chirurgica solo quando hanno caratteristiche sintomatiche o con diametro superiore ai 2 cm.

Categories:

Tags:

No responses yet

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *