Quantificare le sedute osteopatiche

Una, due, cinque, dieci sedute….cosa suggerire al paziente?
Partendo dal presupposto che le persone sono innanzitutto persone e non soggetti sconosciuti, e abbinando il fatto che seguendole per il stretto necessario e non per arricchendosi le tasche infondi fiducia come rapporto, si denota che la formula migliore come proposta é e rimane quella delle poche sedute. Leggi tutto