SINDROME DOLOROSA TRICIPITALE

SINDROME DOLOROSA TRICIPITALE

Il teampo di lettura: 142 secondi

Come tutti sappiamo il braccio é prevalentemente costituito da un insieme di muscoli anteriori e posteriori, che assieme formano il binomio agonisti/antagonisti.

Il tricipite brachiale é un muscolo molto forte ma allo stesso tempo delicato quando si lesiona.

Oggi vi spiego perché trattare la sindrome dolorosa tricipitale.

Il tricipite, come si vede nella foto superiore, é formato da tre lembi muscolari, due esterni e uno interno (sottostante) che prendono inserzioni a livello della scapola e della spalla.

I tendini del tricipite sono “coperti” dai muscoli sottospinato (che é sotto della spina della scapola) e dal muscolo piccolo rotondo (che aiuta la mobilità della spalla e della scapola assieme).

Questo piccolo spazio posto tra muscoli e tendini fa uscire anche il nervo e l’arteria ascellare, molto importanti per questo ragionamento di origine dolorosa.

Il nervo ascellare, derivato dal plesso brachiale (di origine cervicale), porta con se notevoli quantità elettriche di attivazione dei fusi neuromuscolari e degli organi del Golgi muscolari. Se per un qualsiasi motivo questa quantità elettrica diminuisce o si interrompe bruscamente, compaiono i TRIGGER POINT.

Col termine (vedi articoli passati) si intende un punto o più punti dove gli accumuli di tensioni e tossine vanno a “ristagnare” e ad accumularsi, interrompendo la normale contrattilità muscolare.

SINDROME O NO QUESTI TRIGGER POINTS BISOGNA ELIMINARLI….

In effetti essere indolenziti in muscoli del tutto essenziali per ogni azioni quotidiana diventa una vera e propria “rottura di scatole”. I più coinvolti in questa sindrome sono coloro che scaricano e caricano in continuazione pesi per lavoro, e coloro che hanno subito un intervento al braccio o alla spalla.

Quando il trigger point estende la propria azione nel circondario, si rischia di avere pure delle zone riflesse che non rientrano nella prospettiva terapeutica, ovvero sono zone distanti o extra articolari vicine (che sono “cresciute” oltre le articolazioni vicine come quella del gomito o della spalla).

In realtà avere dei trigger points sul braccio posteriore induce la persona ad essere trattata direttamente sui punti specifici e dolenti.

Nello schema qui riportato i trigger points diventano essenziali per un recupero funzionale e per una dissipazione delle energie imprigionanti la forza muscolare stessa.

Specialmente quello sull’inserzione tendinea al gomito e quello superiore del capo mediale possono aiutare tantissimo in quanto rilasciano nelle strutture ossee (ulna e scapola) un grosso quantitativo di tensione imprigionata.

OGNI QUANTO MI DEVO FAR TRATTARE ?

Il trattamento é dipendente come nella maggior parte dei casi alle caratteristiche del soggetto. Più il soggetto possiede un tricipite voluminoso e maggiori saranno i richiami terapeutici. Più esile sarà il suo muscolo e meno sedute dovrà sopportare. Fatevi comunque trattare da un professionista.

In questo ambito posso dichiarare apertamente di conoscere molto dettagliatamente i trigger points e le loro azioni sui tessuti muscolari o limitrofi. Per info, appuntamento o qualche consiglio chiamate il 3274790666 oppure contattatemi a tosellidavidosteopata@gmail.com ….dott. Toselli David.

Un pensiero su “SINDROME DOLOROSA TRICIPITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In questo sito web usiamo strumenti nostri e di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) nei tuoi dispositivi.
I cookies sono normalmente utilizzati per permettere al sito una corretta esecuzione (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies statistici) e per adattare le nostre offerte di prodotti/servizi commerciali (cookies di profilazione).
Noi usiamo automaticamente i cookies tecnici, ma tu hai il diritto di abilitare o meno i cookies statisticci e di profilazione. Abilitando l’utilizzo di questi cookies, ci aiuti ad offrirti un servizio migliore.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy