TRIADE DI MORTON

TRIADE DI MORTON

Il teampo di lettura: 119 secondi

Da tempi ormai immani la gente (e credo che ci ricadi pure tu) ha sempre detto “neuroma di Morton”.

Alcuni pazienti hanno sintomi alquanto strani legati alla dolorabilità. Altri invece sono asintomatici.

Ma perché viene identificata la TRIADE DI MORTON ?

Per triade di Morton (nome derivato dal fatto che ci sono 3 elementi scoperti sul piede dal dott. Morton Jordan) si intendono distinti elementi che potrebbero comparire nel paziente.

Come detto la sede é il piede, e gli elementi costituenti sono :

  • metatarsalgia a livello ossa
  • neuroma di Morton
  • borsite dell’alluce e del secondo dito

Questi elementi sembrano del tutto distinti tra di loro, invece sono legati profondamente, anche solo per la sede anatomica.

Il dito del piede di Morton è una forma variabile comune del piede che è caratterizzato dal secondo dito del piede che è il più lungo dei 4 post alluce. Poichè la forma del piede cambia la distribuzione della pressione sul piede, i pazienti con la triade di Morton sono più influenzati da dolore ed altri sintomi.

UN PO’ DI DATI PER CAPIRE L’INCIDENZA

La triade di Morton pregiudica circa il 22% della popolazione; contrariamente il 69% della popolazione ha il piede egiziano, che è caratterizzato dall’alluce che più lungo, mentre il piede quadrato è il meno comune, con circa il 9% della popolazione con la stessa lunghezza di alluce e secondo dito del piede.

La lunghezza delle ossa metatarsiche può variare e nella maggior parte dei piedi le giunzioni alla base delle dita del piede seguono una curva regolare. Tuttavia, le persone con la triade di Morton avranno una curva più marcata da lato a lato alla base dell’alluce. Ciò è dovuto alla lunghezza accorciata del primo osso del metatarso rispetto al secondo metatarso.

COME GESTISCO QUESTA TRIADE ?

La triade di Morton è semplicemente una variazione sotto forma del piede e non richiede alcun trattamento specifico, a meno che non si presentino alcuni sintomi. Per i pazienti è utile essere informati della presenza e della loro predisposizione alla lesione, permetterdogli di prevenire accuratamente, come utilizzando delle scarpe ortopediche fatte su misura.

Per i pazienti che riferiscono i sintomi di dolore che si associano alla triade di Morton, terapia antalgica e fisica sono l’approccio migliore. Ciò può comprendere il collocamento di un cuscinetto flessibile al di sotto del primo dito del piede e del metatarso, o utilizzando esercizi al fine di migliorare la resistenza e la flessibilità dei muscoli del dito del piede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In questo sito web usiamo strumenti nostri e di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) nei tuoi dispositivi.
I cookies sono normalmente utilizzati per permettere al sito una corretta esecuzione (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies statistici) e per adattare le nostre offerte di prodotti/servizi commerciali (cookies di profilazione).
Noi usiamo automaticamente i cookies tecnici, ma tu hai il diritto di abilitare o meno i cookies statisticci e di profilazione. Abilitando l’utilizzo di questi cookies, ci aiuti ad offrirti un servizio migliore.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy