RITORNO AL 15

Il teampo di lettura: 116 secondi

Non sono impazzito, e neanche ho ricordi della prima guerra mondiale.

Facevo solo dei ragionamenti sui grandi dei giorni nostri, tipo Elon Musk (PayPal) o Tim Cook (Apple).

Loro i calcoli se li sono strutturati a pelle. Vediamo perché !

I 15 minuti sembra essere una buona proposta per cambiare i progetti a livello lavorativo, ma con l’accortezza di tornare a quello che sia faceva prima appena é finito il ciclo di 1 ora.

In sostanza questi grandi inventori o manager di carattere mondiale cambiano 4 progetti in 1 ora. Dedicano quel giusto necessario per non fossilizzarsi troppo su un progetto e poi non trovarsi più.

COME FANNO E’ PRESTO SPIEGATO….

Il cervello umano essendo una complessa rete neurale riesce a immagazinare un determinato numero di informazioni senza dover esagerare o senza distrarsi.

I due soggetti presi in considerazione, prima di elaborare le idee grandiose delle loro aziende, hanno fatto test per elaborare queste tempistiche.

Hanno iniziato con :

  1. farsi un elenco delle cose che dovevano realizzare
  2. controllare quanto tempo la maggior parte degli esperti necessitava per portare a termine uno di questi progetti
  3. quante persone aiutavano nella realizzazione di ogni progetto
  4. cosa serviva per spostare l’attenzione al secondo progetto

Da queste considerazioni sono arrivati a :

  • i progetti quotidiani non devono essere più di 5
  • il progetto singolarmente doveva concludersi necessariamente in metà del tempo ma frazionandolo in più ripetute (almeno 3 ogni ora)
  • per ogni collaboratore si toglie almeno il 20% del lavoro, quindi 5 collaboratori totali per giungere ai 5 progetti quotidiani
  • per cambiare progetto ma mantenere sempre l’attenzione migliore su tutto devono essere 5 progetti distinti e non simili.

POSSO PURE IO UTILIZZARE QUESTE METODICHE ?

NOOOOO !!

Saresti uno stupido a provare immediatamente questa metodologia, ma come per ogni cosa bisogna avere allenamento e costanza progressiva.

Io ti suggerisco di iniziare ogni settimana (e quindi non ogni giorno), ad aumentare di 1 progetto . Dopo delle 5 settimane vedi come é andata, e se non ci sei riuscito raggiungi 1 progetto in meno, ovvero 4.

Solo dopo tanto tempo e tanti tentativi i tempi si ridurranno, e arriverai ai famosi 15′ continui per ogni progetto, prima di passare al successivo.

Dopo che ogni progetto lo avrai ripreso e fatto  avanzare per 5 volte ciascuno (e spero per te di averlo concluso alla fine della quinta ripetuta), ti sentirai soddisfatto; ma ricordati di una cosa….

DI ELON MUSK O TIM COOK NE ESISTE SOLO UNO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In questo sito web usiamo strumenti nostri e di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) nei tuoi dispositivi.
I cookies sono normalmente utilizzati per permettere al sito una corretta esecuzione (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies statistici) e per adattare le nostre offerte di prodotti/servizi commerciali (cookies di profilazione).
Noi usiamo automaticamente i cookies tecnici, ma tu hai il diritto di abilitare o meno i cookies statisticci e di profilazione. Abilitando l’utilizzo di questi cookies, ci aiuti ad offrirti un servizio migliore.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy