RABDOMIOLISI

Il teampo di lettura: 69 secondi

Il termine RABDOMIOLISI intende un danno a livello delle fibre muscolari che, con il passaggio del sangue nei vari sistemi, comporta il rilascio di sostanze tossiche come acido urico, mioglobine e potassiochetoni.

Questo danno di natura parecchio gravosa può essere seguente a due tipologie distinte di neogeni; la prima viene definita FISICA, ovvero da conseguenza diretta di un incidente o di uno scontro, la seconda invece é definita NON FISICA in quanto é conseguenza di avvelenamento, da presenza di tossine o herpes o virus.

COME CAPISCO SE SONO SOGGETTO ALLA RABDOMIOLISI ?

Il primo sintomo é il colorito delle urine che appaiono rosse-bluastre; di conseguenza si dovrà fare un esame del sangue per controllare la presenza di CREATINCHINASI e di MIOGLOBINA. Entrambe le sostanze sono dannose al torrente ematico, specialmente ai reni che, bloccandosi, creano urina più scura o disperdono particelle di acido urico in varie parti dei tessuti. Se questi esami non dovessero bastare ricordiamoci di controllare anche i valori del POTASSIO, del CALCIO e della CREATININA, che sicuramente saranno tendenti al rialzo.

IN QUANTO TEMPO SI RECUPERA ?

Tale sofferenza é proporzionale coi tempi di recupero, ovvero maggiore é la gravità dei sintomi, maggiore sarà la durata del recupero. Senza dover incombere in emodialisi, esistono dei farmaci diuretici predisposti per “pulire” i reni e convogliare più velocemente le tossine verso l’evacuazione o la loro distruzione nel fegato. Generalmente si utilizzano tali farmaci per circa 1 mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.