GOLA, LINGUA E PRURITO

Il teampo di lettura: 91 secondi

Il prurito alla gola é sintomatico di qualche forma allergica o infiammatoria delle prime vie aeree, quindi da considerare come un campanello d’allarme per eventuali e future patologie respiratorie.

Molto fastidioso, si può associare a tosse secca ed insistente, arrossamento locale, raucedine, disfonia e difficoltà a deglutire (disfagia). All’origine del prurito alla gola spesso vi sono processi infiammatori (laringite e faringite) o infezioni che interessano faringe, laringe e parte superiore della trachea (soprattutto influenza).

A scatenare il prurito possono essere anche l’abitudine al fumo, l’inalazione di sostanze irritanti (es. particolato atmosferico, prodotti spray ecc.), l’aria fredda e le reazioni allergiche. In altri casi, il prurito alla gola può essere conseguenza dell’esposizione prolungata agli acidi gastrici irritanti che riescono a refluire dal canale alimentare.

QUALI CAMPANELLI ASCOLTARE ?

Di sicuro esistono dei punti interessanti e importanti da “ascoltare”, cioè importanti per capire se siamo in procinto di una infiammazione importante. Osserviamoci innanzitutto la muscolatura del collo, perché se irrigidita o “riscaldata” potrebbe divenire una base di partenza delle infiammazioni (ricordiamoci che i muscoli del collo sono la loggia dei muscoli interni della deglutizione).

In secondo luogo osserviamoci la lingua. La lingua é importante in quanto ci aiuta a favorire o meno il cibo e tutto quello che passa dal mondo esterno (batteri, polveri, micro organismi). Se la lingua cambia di colore anche parzialmente, oppure mostra piccole aree di sedimentazione tipo “pastella”, sarà più facile andare incontro a infezioni delle vie aeree superiori.

Terza e ultima valutazione personale é sulle orecchie e sul naso. Le mucose e il cerume sono sì una difesa fondamentale, ma sono anche il pretesto di accumuli di batteri, che per effetto della promiscuità delle mucose vengono diffuse in basso sulle pareti del palato e del cavo orale. Quindi se avete pruriti o rinorrea o secchezza…..state in allerta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.