TUTTA SALUTE TRA COLONNA E ORGANI

TUTTA SALUTE TRA COLONNA E ORGANI

Il teampo di lettura: 176 secondi

Ai giorni nostri le popolazioni mondiali non hanno ereditato e non tramanderanno una statica corretta del corpo, e questo si ripercuote su tutti gli organi e sui centri energetici. Cosa avviene realmente?

Il bacino inclinandosi sposta l’equilibrio della colonna vertebrale sovrastante, sbilanciando a sua volta testa e piedi. In poche parole la statica, per cause sconosciute proveniente da un punto singolo del corpo, ha sbilanciamenti molto importanti ovunque.

La fisica e la fisiologia parlano chiaro, e questi sbilanciamenti creano carichi diversi che incidono sulle articolazioni che, a loro volta, formano residui di calcare e diminuzione della mobilità. Tornando al dato di partenza, ovvero al bacino, l’inclinazione del bacino porta una curvatura della colonna, e viceversa, una curvatura della colonna porta una inclinazione del bacino. Sia in un verso che nell’altro abbiamo sicuramente dei fattori obbligatori da evidenziare, ovvero :

  1. dolori acuti o cronici
  2. contratture muscolari
  3. dislocazioni articolari
  4. ernie discali
  5. artrosi e artriti
  6. deformazioni ossee

Le conseguenze all’occhio umano non sono visibili ma solo percepite, e lo dimostra il fatto che l’interessamento di queste problematiche colpisce organi, centri energetici e sistemi di “pulizia” del sangue. I primi ad accusare una disfunzione derivata sono gli organi, ma non per come la pensiamo, ma semplicemente con un calo energetico di determinate aree corporee collegate all’organo stesso. Un esempio su tutti potrebbe essere :

  1. squilibrio del bacino con un’anca in anteriorità per trauma diretto
  2. colonna dorso-lombare con segni di disarmonia vertebrale
  3. dischi vertebrali in compressione con eventuali bulging o protusioni
  4. nervo spinale con ramo legato ai reni infiammato
  5. reni appesantiti oppure dislocati rispetto alla loro sede originale, con relativo affaticamento
  6. fasce di avvolgimento superiore (renale) e inferiore (dello psoas) dei reni in tensione
  7. catena cinetica affaticata o appesantita, che trova la valvola di sfogo nelle ginocchia e nei piedi
  8. soggetto che sentirà un calo energetico globale degli arti inferiori.

COME RISOLVERE QUESTA SITUAZIONE ?

Le possibilità descritte da vari guru delle medicina sono innumerevoli, ma tutti a grandi linee tendono ad un riallineamento vertebrale. Teniamo conto che i sistemi di controllo della postura sono ben altri, ovvero il sistema della masticazione e della deambulazione, quindi il panorama di intervento DEVE tenere conto anche di questi due sistemi. Non possiamo inoltre scordarci del sistema visivo; un occhio “stanco” in realtà può indurre tutto il corpo ad essere costantemente squilibrato e a mantenersi in perfette condizioni di curvatura eccessiva della colonna.

Io non apprezzo, ma solo perché ho un’ottica evolutiva, il fatto di ottenere un risultato con un’unica tecnica. Come il corpo stesso trova svariati modi di cambiare i propri equilibri, cosi il terapista deve applicare modi diversi di trattare le componenti disfunzionali. E’ come se ci fosse in corso una battaglia dove il nemico si presenta in diversi fronti bellici….ognuno di noi deve capire che “arma” utilizzare per fronteggiare almeno alla pari il nemico.

Apprezzo invece l’apertura mentale nell’affrontare determinati argomenti con la giusta linea di umiltà e scientificità. Il corpo umano é un perfetto equilibrio che non sappiamo ascoltare, dove non vediamo le variazioni, dove non sappiamo distinguere una informazioni da una disfunzione, e per questo motivo abbiamo bisogno di persone creative che sappiano leggere i nostri problemi per ricavarne delle soluzioni. Non dico quindi che una tecnica, una terapia o un artefatto sia sbagliato o giusto, dico semplicemente che lo stesso terapista a cui vi rivolgete potrà essere la vostra ghigliottina o la vostra soluzione al problema….dipende tutto da come si pone e da quanto umile si dimostrerà. SCEGLIETELO BENE !!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In questo sito web usiamo strumenti nostri e di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) nei tuoi dispositivi.
I cookies sono normalmente utilizzati per permettere al sito una corretta esecuzione (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies statistici) e per adattare le nostre offerte di prodotti/servizi commerciali (cookies di profilazione).
Noi usiamo automaticamente i cookies tecnici, ma tu hai il diritto di abilitare o meno i cookies statisticci e di profilazione. Abilitando l’utilizzo di questi cookies, ci aiuti ad offrirti un servizio migliore.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy