L’IPOFISI : UNA PERFETTA CENTRALINA

Il teampo di lettura: 95 secondi

La struttura chiamata ipofisi é responsabile di moltiplici formazioni di segnali ormonali (ormoni) che vanno a stimolare diverse parti a loro volta collegate col sistema endocrino del corpo. Vediamo come si divide l’ipofisi. 

Innanzitutto l’ipofisi la dobbiamo dividere in due strutture, la parte anteriore ADENOIPOFISI e quella posteriore NEUROIPOFISI.

L’adenoipofisi produce come sappiamo questi ormoni :

  1. GH, chiamato ormone della crescita, che aiuta i muscoli e la struttura a svilupparsi in espansione.
  2. PRL, chiamato ormone della prolattina, quello che aiuta la donna a sviluppare il latte materno.
  3. TSH, chiamato ormone tireotropo, quello che favorisce lo sviluppo a cascata degli ormoni T1 e T2 della tiroide.
  4. ACTH, chiamato ormone adenocorticotropo, quello che favorisce lo sviluppo a cascata degli ormoni che fanno da regolatori dei minerali e della glicemia nel sangue.
  5. FSH, chiamato ormone follicolo stimolante, ovvero nella donna produce il follicolo che a sua volta stimola la produzione dell’ovulazione.
  6. LH, chiamato ormone liuteinizzante, che oltre a formare il corpo luteo, nell’uomo crea testosterone, mentre nella donna progesterone ed estrogeni (ormoni stimolanti l’accoppiamento).

La neuroipofisi invece produce questi ormoni :

  1. ADH, chiamato ormone antidiuretico, quello che regola la pressione nei vasi sanguigni
  2. OXT, chiamato ormone ossitocinico, quello che rilascia la muscolatura dell’utero in eventi di gravidanza.

In effetti la differenza sta già sull’impostazione dei tessuti/organi/sistemi a cui fanno riferimento. Un sistema che viene spesso non considerato é l’asse ipofisi-tiroideo-cortico-gonalgico. Un parolone che si può spiegare velocemente; quando una parte dell’ipofisi viene attivata per secernere ormoni specifici, a cascata anche le sotto strutture (tiroide, ghiandole mammarie, ghiandole surrenali, gonadi) emettono ormoni di secondo e terzo ordine che contribuiscono ad attivare altri sistemi. Il risultato finale é semplicemente magnifico. Il corpo si adatta ad una situazione, e riesce ad essere attivo a 360° nel rapportarsi con un altro individuo.

Forse questo adattamento ormonale é stato il vero punto di svolta dell’evoluzione umana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In questo sito web usiamo strumenti nostri e di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) nei tuoi dispositivi.
I cookies sono normalmente utilizzati per permettere al sito una corretta esecuzione (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies statistici) e per adattare le nostre offerte di prodotti/servizi commerciali (cookies di profilazione).
Noi usiamo automaticamente i cookies tecnici, ma tu hai il diritto di abilitare o meno i cookies statisticci e di profilazione. Abilitando l’utilizzo di questi cookies, ci aiuti ad offrirti un servizio migliore.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy