I dolori del cammino : podalgia

I dolori del cammino : podalgia

Il teampo di lettura: 179 secondi

Con il termine Podalgia si intende l’insieme di problematiche vascolari, sistemiche, le affezioni locali e le deformità che portano a dolore ai piedi. Ma come si riconoscono le vere cause della podalgia? Scopriamolo assieme.

L’esame obiettivo del piede a livello strutturale e della caviglia come punto di scarico della gamba sul piede stesso, é la prima cosa da eseguire. La seconda fase fondamentale é l’esame del passo, che esclude gli eventuali traumi del sistema biomeccanico. Avendo escluso il sistema biomeccanico si distinguono quindi le affezioni locali con un’analisi strumentale della cute o eventuali malattie sistemiche più profonde.

COSA VENGONO CONTROLLATI NELL’ESAME BIOMECCANICO?

L’esame evidenzia tutte quelle anomalie intrinseche o estrinseche del “sistema piede”, ovvero :

  1. difetti di postura, che possono accorciare una gamba (scoliosi)
  2. prominenze ossee che alternano gli appoggi del piede (osteofiti)
  3. tipo di calzature che indossa il paziente (compreso anche il consumo della suola in asimmetria)
  4. l’asse di rotazione della caviglia (dovrebbe essere tra i 20° e i 30°)
  5. il riflesso patellare (ROT del tibiale) che indica l’eventuale compromissione dei riflessi osteo tendinei
  6. presenza di anomalie congenite (che spesso non vengono considerate)

QUALI SONO LE EVIDENZE DELL’ESAME RADIOLOGICO AL PIEDE?

Eseguendo una semplice radiografia  il tecnico radiologo evidenzia diverse possibili disfunzioni del piede, che qui elenco :

  1. borsite dell’alluce (sporgenza mediale della testa del primo osso del metatarso con deviazione dell’alluce in valgismo)
  2. borsite del quinto metatarso (zona indurita e spesso eritematosa con sporgenza ossea sul lato del piede) 
  3. dito a martello (l’articolazione interfalangea si flette troppo e la prominenza ossea é solo verso il dorso del piede) 
  4. dito ad artiglio (simile al dito a martello ma più gravosa, in quanto oltre alla sporgenza ossea sul dorso del piede, si ha anche una eccessiva spinta verso il terreno della punta del dito) 

QUALI ALTRI DISFUNZIONI PORTANO AD UNA PODALGIA?

Gli esami che si possono eseguire a livello del piede non sono finiti qui, infatti sia l’esame neurologico che quello dermatologico sono utili a tal fine. Le disfunzioni che si riscontrano sono :

  • neurinoma di Morton (intorpedimento, dolore e formicolio tra il 3° e il 4° metatarso per compressione del nervo plantare mediano) 
  • ipercheratosi tra le dita (chiamati anche “duroni” sono estroflessioni cutanee che manifestano problemi ossei sottostanti) 
  • fascite plantare con sperone calcaneare (la più probabile delle affezioni, in quanto il calcagno si deforma a tal punto da creare un osteofita di calcare che a sua volta preme sulla fascia plantare irritandola e infiammandola) 

QUALI SONO I SUGGERIMENTI PROPOSTI?

Si possono proporre tantissimi modi di trattare i piedi, utilizzando o meno artefatti come calzari o plantari, oppure facendo dei trattamenti, ma come sempre ognuno ha bisogno di un suo tipo di trattamento adeguato al problema personale. Quindi si evincono questi suggerimenti :

  1. senza grosse manipolazioni di terapisti o estetisti prendetevi il vostro piede alla sera e manipolatevelo liberamente, facendo muovere le varie componenti, tirandolo, contorcendolo, appiattendolo, ecc ecc.
  2. il trattamento con acqua calda e sali sono la soluzione a costo zero per rilassare le parti molli del piede
  3. camminare a piedi scalzi per almeno 30′ al giorno dopo l’intera giornata con le scarpe può essere un metodo riequilibrante
  4. percepire le diverse tipologie di terreno che andiamo a percuotere con la pianta del piede stimola non solo i recettori termici ma anche una piacevole sensazione che rilassa nella maggior parte dei casi
  5. in caso di deformità non eccessive la situazione può essere contenuta grazie a leggeri bendaggi funzionali, che se fatti da mani esperte, vi lasciano l’articolazione libera ma allo stesso tempo ben salda e invertita rispetto alla disfunzione (si pensi all’alluce valgo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In questo sito web usiamo strumenti nostri e di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) nei tuoi dispositivi.
I cookies sono normalmente utilizzati per permettere al sito una corretta esecuzione (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies statistici) e per adattare le nostre offerte di prodotti/servizi commerciali (cookies di profilazione).
Noi usiamo automaticamente i cookies tecnici, ma tu hai il diritto di abilitare o meno i cookies statisticci e di profilazione. Abilitando l’utilizzo di questi cookies, ci aiuti ad offrirti un servizio migliore.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy