Dolori reumatici….attenzione col freddo!

Dolori reumatici….attenzione col freddo!

Il teampo di lettura: 174 secondi

Sembra quasi impossibile da prevedere ma mentre scrivo questo articolo il meteo cambia in modo repentino….che sia un segno del destino?

La bella stagione fa bene alle malattie reumatiche? e il freddo che funzione ha nei confronti dei reumatismi? Difficile dare una risposta a queste domande, perché non tutte le malattie di questa natura – ce ne sono più di cento diverse tra loro – reagiscono allo stesso modo alle variazioni climatiche. 

Cosa influisce della variazione climatica sul nostro corpo?

La risposta non è univoca, in effetti. Bisogna distinguere tra i dolori di origine meccanica, che si esplicitano nella cosiddetta artrosi, e i dolori originati da malattie reumatiche di origine infiammatoria, cioè le artriti. In base a quanto verifichiamo ogni giorno sui nostri pazienti, possiamo senza dubbio dire che la stagione calda influisce positivamente sui problemi di artrosi, mentre quella invernale influisce minimo al contrario di quella estiva. Allo stesso modo i soggetti con artrosi avranno beneficio da sabbie calde, bagni di paraffina e sole. Lo stesso dicasi per terapie con calore, anche se metereologicamente parlando fuori il tempo é freddo….quindi viva le terme.

Come si spiega questa differente reazione?

Alla base c’è prima di tutto una questione di temperatura, anche se finora di certezze scientifiche in questo senso non ce ne sono. Prendiamo ad esempio il caso del mal di schiena (dorsalgia e lombalgia sono le parole più ricercate su Google tra quelle riguardanti la salute, di cui i 2/3 della popolazione mondiale si trova a dover soffrire almeno di una di queste due forme almeno una volta all’anno. Nella maggioranza dei casi si tratta di un dolore semplice, di chiara origine meccanica – in genere deriva da un problema di tipo muscolare o è di origine artrosica – che tende ad aumentare con il movimento, con l’esercizio. Questo succede perché la temperatura interna del nostro organismo aumenta quando siamo in azione e questo meccanismo provoca un aumento del dolore. Con il freddo invece avviene il contrario, quindi anche la stessa azione fisica diminuisce lasciando spazio ai reumatismi artritici.

Artrite = infiammazione, quindi sembra valere il discorso opposto?

I fastidi di origine artritica tendono, al contrario, ad acuirsi quando si sta fermi – ad esempio di notte, quando fatichiamo ad addormentarci a causa del dolore che si fa insopportabile – e a diminuire quando ci si muove. È anche qui in parte un discorso di temperatura: il movimento aumenta la gradazione interna, così come l’esposizione al sole, anche se da quest’ultimo punto di vista sta a ricerche più complesse ottenere e fornire risposte dettagliate. Infatti, chi ha fenomeni di artrite specie delle mani avrà beneficio soggettivo dall’applicazione di ghiaccio (reazione del nervo mediano?). Ma le reazioni del nostro corpo all’aumento delle temperature possono indirizzare i medici nella loro diagnosi: se con il caldo tendiamo a stare meglio, è facile pensare che il nostro sia un problema di natura artrosica.

Quindi cosa consigliare alle persone che soffrono in questi giorni di problemi che assomigliano ai reumatismi?

E’ fondamentale invertire tutti i parametri a cui siamo costretti in questi giorni a subire. Rimanere al caldo, farsi un bagno caldo, coprirsi se necessariamente si deve uscire, e bere qualcosa di caldo sono solo consigli utili per avvantaggiarsi rispetto alle problematiche reumatiche. Ricordiamoci che il malato di reumatismo é considerato uno dei “peggiori” nella scala di valutazione dei possibili pazienti, in quanto la sua valutazione dei “posti dove ha male” non é mai ferrea e costante, infatti il corpo é soggetto a 360° in tutte le zone dei dolori reumatici.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In questo sito web usiamo strumenti nostri e di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) nei tuoi dispositivi.
I cookies sono normalmente utilizzati per permettere al sito una corretta esecuzione (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies statistici) e per adattare le nostre offerte di prodotti/servizi commerciali (cookies di profilazione).
Noi usiamo automaticamente i cookies tecnici, ma tu hai il diritto di abilitare o meno i cookies statisticci e di profilazione. Abilitando l’utilizzo di questi cookies, ci aiuti ad offrirti un servizio migliore.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy