Disfunzione intestinale e listeriosi

Disfunzione intestinale e listeriosi

Il teampo di lettura: 137 secondi

Come il cervello anche l’intestino é facilmente suggestionabile e irritabile dal cibo e dalle patologie derivate. Una di queste problematiche si chiama LISTERIOSI. Listeria monocytogenes é il nome del batterio presente nell’acqua, a terra o nella vegetazione nel momento della racconta da parte delle sapienti mani del contadino. 

A volte capita che non tutto il raccolto venga ripulito a sufficienza, e in caso di verdure mangiabili anche crude, il problema di diffusione di questo batterio é elevato. Il batterio é talmente tanto resistente che prolifera sotto forma perfino del latte prodotto per la produzione dei formaggi o della carne per il prosciutto cotto (quindi non si ferma alla primordiale forma legata ai vegetali).

COME CI ACCORGIAMO DI AVER QUESTO BATTERIO?

Il problema nella maggior parte dei casi esce a distanza di molti giorni dall’assunzione, quindi difficilmente possiamo sentirne gli effetti nell’immediato. I primi sintomi diventano febbre non alta e stati influenzali generici (cefalea, brividi, vampate di calore, dolori diffusi, rigidità muscolare, ecc.). In particolare a livello intestinale si manifestano i segni infettivi più rappresentativi, ovvero :

  • crampi di pancia
  • dissenteria
  • gonfiore addominale doloroso
  • dolore palpabile nei quadranti laterali dell’addome

COSA POSSIAMO FARE PER PREVENIRE QUESTA PATOLOGIA?

Essendo un processo evolutivo della patologia (il termine “osi” sottende un processo in corso d’opera) bisogna innanzitutto prevenire anche l’accenno di tale disfunzione. Per far ciò si consiglia di :

  1. lavare bene i cibi crudi anche con bicarbonato se vediamo che sono parecchio sporchi
  2. cuocere i cibi con temperature oltre i 65°
  3. evitare cibi confezionati che abbiano una data di confezionamento di 3-4 giorni
  4. se dopo un’attenta pulizia si vuole conservarli sempre meglio destinarli a basse temperature e con sacchetti separati
  5. servirli sempre con molta acqua in tavola in quanto l’acqua aiuta l’eliminazione dei batteri 

E PER QUANTO RIGUARDA LA FLORA INTESTINALE COSA BISOGNA FARE?

Consigli pratici se ne trovano a centinaia presso gli specialisti o internet o il medico di base; le uniche accortezze che personalmente suggerisco sono :

  1. non attendere lo stimolo nervoso di andare in bagno ma evacuare il prima possibile, anche con più tentativi forzati durante la giornata
  2. evitare dolci o sostanze zuccherate in quei giorni di sofferenza, in quanto il saccarosio reagisce come restringente delle pareti intestinali
  3. evitare i farinacei, specialmente farina tipo 00, in quanto produce un effetto “colla” che rallenta il movimento delle anse intestinali
  4. bere molta acqua, e se possibile, almeno 2 volte al giorno, con succo di limone e mezzo cucchiaio di bicarbonato di sodio
  5. evitare contatti diretti con l’aria dell’ambiente un pò più fresca (se la stagione é fornita di questa brezza), perché l’intestino e generalmente l’addome si contrae al solo stimolo del freddo, e le contrazioni sono del tutto negative per il rilassamento delle pareti intestinali. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In questo sito web usiamo strumenti nostri e di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) nei tuoi dispositivi.
I cookies sono normalmente utilizzati per permettere al sito una corretta esecuzione (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies statistici) e per adattare le nostre offerte di prodotti/servizi commerciali (cookies di profilazione).
Noi usiamo automaticamente i cookies tecnici, ma tu hai il diritto di abilitare o meno i cookies statisticci e di profilazione. Abilitando l’utilizzo di questi cookies, ci aiuti ad offrirti un servizio migliore.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy