Il riposo a letto per il mal di schiena

Il riposo a letto per il mal di schiena

Il teampo di lettura: 123 secondi

Riposarsi a letto contro il mal di schiena é utile oppure no? E per quanto dovremmo? In che posizione dobbiamo stare? Queste sono le classiche domande che ci facciamo quando dobbiamo affrontare una situazione di mal di schiena. 

Studi eseguiti da ricercatori Finlandesi (Malvimivaara et al., 1995) hanno studiato pazienti con prevalenza di dolori dorsali ma non specifici. Essendo dolori che duravano anche 1 settimana hanno provato a mescolare a caso le varie situazioni e a somministrare 3 tipi di trattamento :

  1. riposo a letto fino alla scomparsa dei sintomi
  2. esercizi passivi e attivi fino all’alleviamento dei sintomi
  3. continuare le ordinarie attività fino al massimo della tollerabilità

Indovinate chi ha ottenuto maggiori effetti positivi? ……ve lo dice la ricerca stessa, ovvero tutti coloro che hanno continuato le ordinarie attività fino al massimo della tollerabilità……e i peggiori chi erano?….ovviamente gli opposti, coloro che hanno forzato il riposo a letto fino alla scomparsa dei sintomi. I tempi di recupero quasi si prolungavano del doppio, mentre gli esercizi passivi e attivi hanno avuto la loro impronta migliore solo nei pazienti più anziani (over 60).

Ne voglio approfittare per considerare i tempi di recupero mettendoli a confronto. Un’altro studio norvegese (Indahl et al.,1995) ha valutato quasi 1000 pazienti nell’arco di 8 settimane di assenza dal lavoro per problematiche di mal di schiena. Tutti, correttamente selezionati in quanto non aventi patologie serie vertebrali, hanno portato alla luce diverse origini dei diversi concetti, ovvero diversificando dolore, tensione, spasmo e contrattura. Se si associano queste quattro categorie con i diversi tempi di recupero vengono fuori queste percentuali molto interessanti :

  • 100% dolore in 7 settimane + 50% contrattura in 1 settimana
  • 50% tensione in 4 settimane + 20% spasmo e contrattura in 4 settimane
  • 25% di ogni categoria ogni 2 settimane
  • 50% tensione e dolore + 50% spasmo e contrattura ognuna di 3 settimane

Trasformando queste statistiche in un rapporto più dettagliato, si evidenzia che il dolore e le tensioni si allentano in circa 3-4 settimane, mentre possono soggiungere in % basse anche spasmi e contratture nelle settimane a seguire. Se ne deduce che per poter recuperare al 100% servono almeno 8 settimane (ma questa é una stima che non indica l’assoluta verità personale, infatti ogni individuo é diverso anche per risposta del proprio corpo), mentre per ritornare ad attivarsi nel quotidiano avremo bisogno di circa 4 settimane. Consiglio personale, poi vedete voi la vostra situazione personale senza nessun ripensamento; aiutatevi con situazioni “morbide” e “confortevoli”, che possono darvi la possibilità di alleggerire i carichi vertebrali e viscerali. I cuscini dislocati nei punti dove “soffrite” maggiormente sono un vero e proprio toccasana.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In questo sito web usiamo strumenti nostri e di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) nei tuoi dispositivi.
I cookies sono normalmente utilizzati per permettere al sito una corretta esecuzione (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies statistici) e per adattare le nostre offerte di prodotti/servizi commerciali (cookies di profilazione).
Noi usiamo automaticamente i cookies tecnici, ma tu hai il diritto di abilitare o meno i cookies statisticci e di profilazione. Abilitando l’utilizzo di questi cookies, ci aiuti ad offrirti un servizio migliore.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy