Cicatrici e rimedi semplificati

Cicatrici e rimedi semplificati

Il teampo di lettura: 116 secondi

CICATRICI E RIMEDI SEMPLIFICATI

Le cicatrici diventano un serio problema per tutti coloro che pensano si risolvano semplicemente col riposo e il tempo. Le cicatrici non sono la soluzione fisiologica di madre natura, ma é un processo lungo e spesso tortuoso al recupero incompleto di quel tessuto. 

Quando si parla di cicatrici si parla indirettamente ma sempre più spesso di aderenze, ovvero quei processi dove il tessuto sottostante la sutura prende contatto con il sotto derma con una sostanza molto vischiosa e resistente….quasi fosse una colla. Il problema che al primo momento non si manifesta ma esiste é il fatto che l’aderenza immobilizza tutti i tessuti a cui si lega, diminuendo l’elasticità e un recupero totale. 

Dalla foto sovra esposta si può capire come l’aderenza impedisca ad un addome di donna post parto di ritornare dinamico e tonico come prima della gravidanza, il quale poi andrà sicuramente a sviluppare delle situazioni di flacidità muscolare e ptosi viscerale (solita regola dell’immobilità). Nella figura successiva invece si può notare come un organo quale il fegato possa diventare poco o nullo di mobilità a causa delle aderenze. 

CHE TIPI DI CICATRICI POSSIAMO AVERE?

  • CHELOIDE, ovvero quella cicatrice che supera per dimensioni il taglio originale, diventando rossa e dolorosa.
  • ATROFICA, traslucida e infossata rispetto al resto del tessuto, marginalmente senza aderenza
  • IPERTROFICA, similare alla CHELOIDE ma rimanente nei margini del taglio, con colorito rossastro.
  • RETRAENTE, quella a livello delle articolazioni, molto difficile da capire come profondità e solitamente impedente i vari gradi di movimento principali

QUALI SONO I RIMEDI NATURALI O SIMILARI DA UTILIZZARE?

Le cicatrici essendo tessuti in ricostruzione hanno bisogno di nutrienti per poter svolgere le normali funzioni, quindi il richiamo di sangue verso la ferita é sostanzialmente la soluzione migliore. La tecnica della coppettazione richiama molto sangue in prossimità, e può anche modificare un tipo di cicatrice in atrofica verso retraente o ipertrofica. La cosa importante é quella di aggiungere (se si ha la possibilità materiale) alcune sostanze :

  • succo di limone durante la terapia
  • aceto a seguire della terapia quando si va verso il prosciugamento della stessa
  • pomata a bassa % di acido salicilico per ristabilire l’equilibrio tra sostanze cicatrizzanti e sostanze di smaltimento delle scorie
  • in caso di dolori post terapia si consiglia un bendaggio non troppo stretto e una “spruzzata” di acido jaluronico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In questo sito web usiamo strumenti nostri e di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) nei tuoi dispositivi.
I cookies sono normalmente utilizzati per permettere al sito una corretta esecuzione (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies statistici) e per adattare le nostre offerte di prodotti/servizi commerciali (cookies di profilazione).
Noi usiamo automaticamente i cookies tecnici, ma tu hai il diritto di abilitare o meno i cookies statisticci e di profilazione. Abilitando l’utilizzo di questi cookies, ci aiuti ad offrirti un servizio migliore.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy