Cefalea e sistemi integrati di cura

Cefalea e sistemi integrati di cura

Il teampo di lettura: 164 secondi

Cefalea e sistemi integrati di cura

Non è neppure un mistero che alle cefalee si associano un sacco di altri problemi. Alcuni studi associano questa cefalea  al dolore al collo, altri alle vertigini, altri ancora al mal di schiena. Oggi parleremo di un’altra associazione interessante e cioè la relazione tra cefalea e malocclusione dentale.

Il sistema cefalico e quello della occlusione dentale sono sistemi legati in stretto rapporto a quello posturale. Ricordiamo che alla base di tutti questi ragionamenti ci sono dei punti focali di notevole interesse, ovvero :

  • alcune strutture ossee come ossa temporali, zigomatiche e sfenoide in comune
  • la relazione delle MTR tra sfenoide e occipite
  • il movimento cranico attraverso le 3 maree che mettono in movimento tutte le ossa

Si parla nei confronti teorici tra i più recenti studi di rapporto disfunzionale tra il sistema cranio mandibolare e il sistema cervico craniale. Ma quale diventa la fonte di maggior interesse a livello terapeutico? Cosa si tratta prima tra il sistema cranio mandibolare o il sistema cervico craniale? Ovviamente la risposta é dipendente dal soggetto che abbiamo sotto mano, ma una cosa sicura esiste in tutto questo ragionamento, cioè che lavorare prima sul cranio mandibolare e poi sul cervico craniale riduce drasticamente la cefalea. Ebbene si: in modo abbastanza chiaro aver lavorato su cranio e mandibola potenziava il già buon risultato della terapia manuale per correggere la cefalea. Detto ciò questo studio sembra affermare che masticazione e cefalea stanno sulla stessa linea causale e quindi tutte e due sono sintomi posturali e si possono correggere in maniera duratura con la terapia osteopatica.

Il disordine muscolare induce il corpo e specialmente la zona cervicale ad essere sottomessa a sistemi di trazione molto pesanti. Si veda dalla figura sottostante un esempio :

Gli anelli qui in figura rappresentano anche i punti da poter trattare in modo risolutivo, essendo semplici punti di aggancio di diverse strutture muscolo tendinee. Non sembra molto evidente ma mandibola, osso ioide e zona occipitale inferiore sono sullo stesso riferimento di trazione verticale. Ipotizziamo di lavorare attraverso delle situazioni spiegate dalla Fisica dei carichi :

Nel caso di funi parallele o funi divaricate il risultato migliore sarà dato dalle funi divaricate che distribuiscono in modo equo il carico.

Nel caso invece del sistema dei contrappesi, maggiori sono le carrucole e la loro distribuzione va a dissipare le forze, maggiore sarà il risparmio in trazione del peso stesso. Riportando questi due esempi sul sistema cervico mandibolare occlusale, si ottiene l’ipotesi che se non avessimo appunto osso ioide, parte occipitale inferiore e mandibola come cardini di trazione, la nostra struttura cervicale crollerebbe dal troppo peso del cranio stesso. Ovviamente a ripercussione l’eccessivo peso del cranio produce sollecitazioni troppo grandi a livello mandibolare, che alla fine scarica eccessivamente sul tratto temporale cranico, producendo cefalee.

COME L’OSTEOPATIA AIUTA A RIDURRE LE CEFALEE?

Seguendo questi esempi viene deducibile il fattore clinico per l’osteopata di lavorare in rinforzo dei cardini di trazione (occipite – mandibola – osso ioide), quindi ne consegue che maggiore sarà il lavoro su uno di questi punti e maggiore sarà l’efficacia del trattamento alle cefalee. Sottolineo l’inesattezza del lavorare su tutti i tre punti per il semplice fatto che ogni paziente ne avrà uno dominante sugli altri. Rispettiamo questo principio base e faremo enormi progressi con le cefalee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In questo sito web usiamo strumenti nostri e di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) nei tuoi dispositivi.
I cookies sono normalmente utilizzati per permettere al sito una corretta esecuzione (cookies tecnici), per generare report di navigazione (cookies statistici) e per adattare le nostre offerte di prodotti/servizi commerciali (cookies di profilazione).
Noi usiamo automaticamente i cookies tecnici, ma tu hai il diritto di abilitare o meno i cookies statisticci e di profilazione. Abilitando l’utilizzo di questi cookies, ci aiuti ad offrirti un servizio migliore.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy